Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

04/07/17

SELFDAY || "ABBASTANZA DA TENTARMI" DI LEILA AWAD || RECENSIONE


Vi riconoscete nell’orgoglio o nel pregiudizio? Siete Mr Darcy o Elizabeth Bennet?
Personalmente posso dirvi che sono un mix di entrambi, così come lo sono anche Isabella Bendecido Vidal e Guillermo Ramon Basil Adreci Knight (per gli amici/nemici semplicemente Liam!), i protagonisti di Abbastanza da tentarmi scritto da Leila Awad.
Nella sua avventura indipendente, la scrittrice ci racconta una storia dai sapori austeniani, tra articoli di giornale e genitori assillanti, in un contesto contemporaneo e madrileno.
L’ambientazione, di fatti, quasi come i lampanti richiami a Orgoglio e Pregiudizio, fanno da cornice a una storia d’amore di battibecchi e passione.
Leila Awad dimostra una buona padronanza dell’italiano e un’ottima cultura storico-geografica di Madrid: quest’ultima peculiarità spicca in tutto il romanzo, quando Isabella descrive minuziosamente l’ambiente che la circonda.
Madrid è ovunque. Nel cibo, nelle strade, nella realtà sociale.
Probabilmente ciò può rallentare la lettura, se non si è abituati a quelle opere che scendono nel dettaglio “ambientale” e che vanno a intessere, non solo una narrazione sentimentale, ma soprattutto la realtà urbana nella quale i personaggi si muovono.
Fra intrecci primari e secondari, tra tòpoi che ricalcano spesso e volentieri quelli di Jane Austen (vedesi la mamma di Isabella!), la storia d’amore di Liam e Bella segue la classica connotazione del romanzo rosa, con i suoi piccoli batticuori e ancor più piccole incomprensioni.
Senza dubbio un romanzo adatto alle lettrici romantiche e curiose, quelle che non si spaventano davanti a una scrittura più corposa, piena di spunti storici e anche socio-politici.
Leila Awad ha dimostrato ancora una volta di amare la storia, però, nonostante questa sua spiccata predilezione, è riuscita a padroneggiare la contemporaneità con nonchalance.
Ciò è da elogiare, a mio avviso, soprattutto trattandosi si un’autoproduzione.
È ben noto di fatti che il self-publishing non è una strada facile da imboccare, poiché da soli bisogna pensare a un lavoro strutturale, costituito da editing e correzione bozze.
A parer mio, Abbastanza da tentarmi è un libro che fa sorridere, viaggiare con la mente e il cuore, che fa sognare Madrid e gli antichi casali e una Parigi innevata.
Abbastanza da tentarmi mi ricorda inoltre un diamante grezzo che, con tanta cura, con tanto amore, brillerà di luce propria… senza l’aiuto di alcuna artificiosità!
Per questo in bocca al lupo a una Leila Awad per me inedita.




Titolo: Abbastanza da tentarmi
Autore: Leila Awad
Editore:  Self-publishing
Prezzo: € 2,99 – €12,96
Pagine: 294


Isabella Bendecido ha ventiquattro anni e vive in un paese alle porte di Madrid con una sorella maggiore che adora, un padre amorevole ma poco presente, una madre convinta che la preoccupazione maggiore per una donna debba essere trovare un buon matrimonio o un lavoro fisso – se non entrambi – e una sorella minore che segue le orme materne. Giornalista di professione e blogger per passione, Isabella trova lavoro presso la prestigiosa testata giornalistica di El Paìs, dove incontrerà Liam Adreci, una delle voci più autorevoli nel campo, a cui da sempre si ispira. Peccato che le sue parole siano coinvolgenti e appassionanti almeno quanto lui è odioso e supponente nella vita di tutti i giorni. Tra caratteri orgogliosi e troppi pregiudizi, tra famiglie ingombranti e inopportuni pretendenti, quanto in là si spingeranno Isabella e Liam prima di comprendere dove sia la verità? In fondo, tutte noi sogniamo Mr. Darcy ma quando lo troviamo vorremmo solo ucciderlo.

Nessun commento:

Posta un commento