Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

14/07/17

RECENSENDO "IL CAMMINO VERSO CASA" DI CATHERINE RYAN HYDE


Camminare verso casa, camminare verso la pace. Camminare e camminare e camminare. Perché non puoi fare altro, perché quello è il solo modo per salvarti e poi ricominciare.
Carly e Jen, due sorelle e un unico destino, percorrono la strada insidiosa che la vita ha costruito davanti ai loro piccoli piedi. Smarrite, confuse, stanche, affamate, si perdono per le vie dell’America fatta di deserto. Hanno una meta, un’unica meta, ma non sanno cosa troveranno. Non sanno quale sia la verità.
Il cammino verso casa è un viaggio nell’Io umano, un viaggio nella mente di due adolescenti senza madre, senza altra possibilità, se non quella di fuggire dai servizi sociali, dall’eventualità che vengano separate poiché sole al mondo.
Un romanzo delicato, un romanzo anche forte, che non ti lascia scampo, che ti tritura il cuore dalla prima all’ultima pagina.
Non ci sono pause, tra presente e passato, in un mondo sconosciuto di persone sconosciute: il lettore verrà sopraffatto da avvenimenti, parole, realtà e segreti.
Non credo che Il cammino verso casa sia un romanzo per tutti, è più un romanzo di nicchia, perfetto per chi vuole viaggiare emotivamente, perfetto per chi vuole crescere emotivamente. È narrativa pura, di quella che ti fa a fettine, di quella che incide chirurgicamente il cuore, lasciando una cicatrice, oltre a un vuoto ineffabile.
Catherine Ryan Hyde è magistrale nell’esplorare l’animo umano, nel descrivere l’America selvaggia, nel costruire una trama intoccabile, così soffice e così prepotente al tempo stesso.
Non ho nulla da ridire, sulla sua bravura, l’unica cosa che mi sento di disapprovare è la scelta di una terza persona al presente: probabilmente molto d’impatto in lingua originale, ma, in italiano, a mio avviso, rallenta tantissimo la lettura. Ammetto che avrei preferito una terza al passato remoto, però ciò non invalida la bellezza narrativa de Il cammino verso casa.
Vi consiglio caldamente questo romanzo, tenendo presente questo mio piccolo appunto che, comunque, è piuttosto personale: Catherine Ryan Hyde si è dimostrata ancora un’autrice molto sensibile, di quelle che ti raccontano una storia con una schiettezza dirompente, senza alcun artificio o parolone, entrando perciò in punta di piedi nelle vostre menti e oltre.  
Il cammino verso casa è un’opera che sarà capace di cambiarvi, di aggiungere un tassellino al vostro viaggio nell’Io, donandovi tanto, ma richiedendovi altrettanto.
Siete pronti a farvi travolgere da una storia che sembra vera? Da una storia che potrebbe essere vera?





Titolo: Il cammino verso casa
Autore: Catherine Ryan Hyde
Editore:
Amazon Crossing
Prezzo: € 4,99 – € 9,99
Pagine: 382



Carly e Jen camminano. Camminano perché su di loro si è abbattuta una tragedia. Camminano perché hanno solo sedici e dodici anni e in tasca non hanno che pochi dollari. Camminano per non rischiare che qualche adulto le noti, chiami i servizi sociali e le divida. Camminano perché Carly vuole provare a tornare dall’unica persona di cui si fida, Teddy, il loro patrigno, e Jen vuole dimenticare l’orribile segreto che non riesce a condividere con nessuno.
Inizia così il viaggio di Carly e Jen, centinaia di chilometri nel deserto e sotto il sole, tra animali selvatici e umani inaffidabili. Le due sorelle si imbatteranno in minacce e pericoli ma anche nella gentilezza inaspettata di alcuni sconosciuti.


Nessun commento:

Posta un commento