Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

17/07/17

RECENSENDO "GLI EFFETTI COLLATERALI DELLE FIABE" DI ANNA NICOLETTO

Perdere il lavoro dei tuoi sogni e il fidanzato di sempre, dover ricominciare d’accapo, per di più accontentandosi di un’occupazione svilente, ben lontana dalle competenze informatiche conseguite grazie agli studi universitari. Sei costretta dalla tua migliore amica ad andare a un appuntamento sbagliato con un uomo che nemmeno ti interessa, vuoi fuggire, non sai come. Ti senti sfiduciata, senza un futuro, senza una spalla su cui piangere, ma all’improvviso cambia tutto: basta un incontro, una festa alla quale ti sei imbucata, delle password che a quanto pare son meglio dei gioielli, una vasca e un bacio.
Comincia così la storia di Melissa, una non-principessa cibernetica, protagonista de Gli effetti collaterali delle fiabe di Anna Nicoletto, uscito per Piemme dopo aver spopolato lo scorso anno nel magico mondo del self-publishing.
Un romanzo – come dice il titolo stesso – fiabesco, nel quale la protagonista vive la sua vita come una Cenerentola moderna, anche se lei Cenerentola la detesta.
Incontra un principe, se ne innamora, ci sono scontri su scontri, mezze parole, tanti baci rubati, qualche bugia o fraintendimento.
L’autrice ha creato una fiaba dai sapori contemporanei e un tantino americani, nonostante rimaniamo nella nostra magnifica Italia, con accenni alla cultura pop che amo:  non mancano infatti similitudini "telefilmiche" o citazioni, senza dimenticare l'universo informatico nel quale la Nicoletto fa immergere il suo lettore, di pagina in pagina, in modo semplice e per nulla presuntuoso.
Un romanzo dedicato di certo alle romantiche, ma anche alle disilluse, soprattutto perfetto per la stagione estiva: vi capita mai, in questo periodo, di aver voglia di libri meno impegnativi e più briosi?
Invero, lo stile della scrittrice è molto frizzante e leggero, così ritmico che bastano un paio di ore per terminare le trecentotrentasei pagine de Gli effetti collaterali delle fiabe.
I due protagonisti sono classici tòpoi del genere. Si pungolano, si rincorrono, ma non smettono di desiderarsi. Hanno sicuramente una bella chimica, però a rubarmi il cuore è stata Caterina, sorella di Stefano Marte. C’è la possibilità che Anna Nicoletto ci parli di lei in una sua nuova opera? A me piacerebbe conoscerla da vicino!
Consiglio Gli effetti collaterali delle fiabe a chi è alla ricerca di una storia d’amore pulita, senza troppi colpi di scena, un po’ vecchia scuola, tra equivoci e silenzi: credo che i veri amanti del genere rosa non ne rimarranno per niente scontenti. Insomma, mie care romanticone, cosa volete di più da una non-principessa cibernetica e dalla sua dolce metà?




Titolo: Gli effetti collaterali delle fiabe
Autore: Anna Nicoletto
Editore:
Piemme
Prezzo: € 9,99 – € 17,50
Pagine: 336

La vita di Melissa è molto lontana dai sogni e dai progetti che sentiva di poter realizzare fino a pochi mesi fa: dopo aver mandato all'aria un prestigioso dottorato a Londra per amore, l'amore le ha sbattuto la porta in faccia, fregandosene altamente di tutti gli anni passati insieme e del suo cuore spezzato. E ora lei si ritrova disoccupata e sola, con il timore di fidarsi di nuovo.
Stefano Marte, invece, è esattamente dove vuole essere: è brillante, carismatico ed è l'erede dell'impero di famiglia, un'azienda domotica di successo internazionale. Melissa e Stefano, due vite agli antipodi, non erano destinati a incrociarsi, eppure una serie di coincidenze li porta l'uno sulla strada dell'altra. La sintonia è immediata, almeno fino a quando lei non scopre chi è lui. Perché Melissa sa esattamente che tipo di uomo vuole al suo fianco, e di certo non è un figlio di papà che crede gli sia tutto dovuto. Il problema è che Stefano è disposto a darle l'unica cosa che lei desidera: il lavoro dei suoi sogni, l'opportunità per riscattarsi e dimostrare il suo valore. Rifiutare non è un'opzione. E, comunque, è solo lavoro. Basta relegare i sentimenti in un angolo insieme al brivido di eccitazione che prova ogni volta che lo vede. E poi lei è una donna razionale, ha già perso tutto per amore una volta, non cadrà mai più vittima del principe di turno. Quello che Melissa non sa è che ogni fiaba ha i suoi tranelli e le sue magie, e restarne immune si rivelerà più difficile del previsto.

Nessun commento:

Posta un commento