Home page         Rubriche         Contatti        

MY INSTAGRAM

18/07/17

"PLUGGED" DI JILL COOPER || BLOG TOUR

Oggi vi parlo di Plugged, da ieri disponibile in ebook per Dunwich Edizioni, ma prima voglio rispondere alla domanda di rito del blogtour che credo tutti noi, almeno una volta nella vita, ci siamo posti...




Cosa faresti se potessi tornare indietro per 15 minuti?

Tornerei al 2006, agli inizi di un giugno caldissimo, mentre i mondiali di calcio erano agli sgoccioli. Credo che il mio viaggio nel tempo avrebbe molte affinità con quello di Lara, almeno per quanto riguarda chi vuole salvare! Peccato non sia possibile...

E voi?



Solo quindici minuti per cambiare il passato, solo quindici minuti – né un minuto in più né uno in meno – per agire, per dimenticare il presente e crearne uno nuovo.
Solo quindici minuti che, però, trasformano la tua intera esistenza.
Non c’è infatti, al tuo ritorno, la vita che ti aspettavi.
Ti ritrovi nei panni di un’altra te stessa, con così tanti misteri, mille dilemmi, guai in abbondanza. Quei guai, inoltre, ti stravolgono. Non sai più se vivi davvero o no, non sai più se sei vittima di una realtà virtuale o di altri viaggi nel tempo. Sei schiava e sei ribelle. Come andrà a finire?
Plugged, secondo volume della trilogia The Rewind Agency di Jill Cooper, edito in Italia dalla casa editrice Dunwich, riporterà a galla le domande a cui non avevamo trovato risposta in Quindici minuti e ci darà la giusta prospettiva per comprendere meglio il plot di un time travel book niente male.
Una volta terminato Plugged, infatti, avrete finalmente la visione quasi completa della storia di Lara.
È stato affascinante viaggiare con lei, rivivere alcune situazioni in modi alquanto diversi, sentire le sue emozioni evolversi pian piano che il presente cambiava.
Plugged permette di vedere le molteplici facce dei molteplici personaggi nelle varie linee temporali: dalla madre ritrovata all’ex fidanzato, dal nuovo (e inaspettato) fidanzato al padre adottivo.
Jill Cooper si è destreggiata abbastanza bene nella sua intricata trama, senza sorvolare alcun passaggio o lasciarne qualcuno al caso. Ha saputo inserire gli indizi giusti al posto giusto, intrecciare scene del passato a quelle del presente senza cadere in errore, ma dimostrando una preparazione millimetrica.
È difficile scrivere un time travel book nel quale ci sono viaggi su viaggi, sia virtuali sia reali, mentre il presente continua a mutare: dietro credo ci sia un’organizzazione quasi maniacale, così da non incappare in discrepanze narrative. Lara, per giunta, con una prima persona semplice e diretta, riesce a trascinare il lettore nella sua mente e nella sua confusione temporale.
A volte invero mi sono trovata a chiedermi: questo è il presente-farlocco o il presente-presente? 
L’autrice, in ciò, è stata abilissima!
Ha saputo giocare non solo con la psiche della sua protagonista, ma anche con la mia, facendomi immedesimare del tutto in questa Lara che ha vissuto troppo e perso troppo, ma che è ugualmente riuscita a rialzarsi e vincere.
Plugged mi è piaciuto perché è stata una lettura particolare, un po’ romantica e molto molto avventurosa.
Il giusto mix per sognare e non annoiarsi, non credete? 
 



Titolo: Plugged
Autore: Jill Cooper
Editore:
Dunwich Edizioni
Prezzo: € 3,99
Pagine: 198

Lara Crane è bloccata nella sua mente, in un flusso di linee temporali dove la sua vita è perfetta, proprio come l’ha sempre desiderata.
Ma non è reale. È stato tutto creato da coloro che vogliono usare i viaggi nel tempo per le loro ambizioni personali. Per portare a compimento i loro esperimenti e trasformarla in una mortale assassina temporale.
Se Lara vuole sopravvivere e fermarli, dovrà rischiare di perdere la sua mente e la sua anima, e uscire da una prigione talmente perfetta da realizzare l’unico sogno che abbia mai avuto.


Nessun commento:

Posta un commento